Cosa aspettarsi dalle sedute

Dopo alcuni incontri, il Terapeuta restituirà al paziente come si è sviluppato il disagio o il problema, cosa allo stato attuale lo mantiene e come è possibile procedere per la sua risoluzione. Il paziente è sempre a conoscenza su quanto si sta lavorando, proprio perché viene fatto un accordo, chiamato contratto terapeutico, sull’obiettivo da raggiungere e attraverso quali tecniche. Il paziente quindi ha un ruolo decisamente attivo durante la seduta. Nel corso della terapia gli verranno dati degli strumenti che gli consentiranno di sviluppare una maggior conoscenza di se stesso, di come funzioni e ad avere una visione diversa e più ampia. La persona che richiede una psicoterapia è un po’ come un alunno che ha difficoltà nella risoluzione di un problema di matematica: il terapeuta, proprio come il maestro, non gli risolve il problema, lo supporta nel ragionamento, gli mostra dov’è la sua difficoltà, lacuna, gli dà dei suggerimenti sulle strategie che potrebbe adottare. Lo scopo è che il paziente proprio come il bambino si doti di strumenti per poter poi fare da solo. Confucio affermava “Se vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo.